31.01.2019

Percorso Open Innovation - Modulo: Design Thinking per i processi decisionali

Written on: 
January 31, 2019
Written by: 
TechSoup

 

 

Innovazione per lo sviluppo promuove 2 percorsi di 8 moduli formativi sui temi dell’innovazione per il sociale tenuti Ong2.0 e TechSoup

 

PERCORSO OPEN INNOVATION | Modulo #3: Design thinking per i processi decisionali

Il Design Thinking è un approccio iterativo e partecipativo: un framework progettuale che sviluppa soluzioni adottando in ogni fase del processo la prospettiva umana (valori, pain points e opportunità offerte dall’evoluzione dei comportamenti). Si basa sull’abilità di integrare capacità analitiche con attitudini creative, offrendo strumenti che permettono di estrarre evidenze (insight) relative alle persone e al loro contesto, per consentire a team progettuali di generare una varietà di soluzioni tra cui identificare, attraverso test con gli utenti, quelle da perfezionare per arrivare alla loro implementazione.

Codificato attorno agli anni 2000 in California dall’Università di Stanford, il Design Thinking è divenuto celebre perché utilizzato per la progettazione dei loro prodotti da grandi imprese quali IBM, Apple e CocaCola. Recentemente sta trovando spazio nei processi di change management interni alle aziende e nell’ambito dell’open innovation e innovazione sociale. Perché è utile che, anche chi non ha questo tipo di formazione e porta valore con altre competenze, possa acquisire il mindset da designer? Trasformazioni tecnologiche, economiche e sociali hanno generato un sistema di relazioni entro cui ogni persona torna ad appropriarsi della propria capacità creativa e propositiva per affrontare le sfide offerte dalla quotidianità, portando le persone a mettere a fattor comune esperienze e competenze per creare nuovi equilibri nella propria vita (professionale e non) e nelle comunità a cui appartiene.

 

Obiettivi formativi e risultati attesi

Al termine del corso i partecipanti avranno acquisito:

  • conoscenze per applicare il Design Thinking a progetti concreti
  • strumenti pratici per gestire flussi di lavoro in team multidisciplinari
  • competenze per ideare, strutturare ed erogare un progetto in modalità collaborativa e partecipativa

Metodologia e articolazione del corso

Il corso, articolato in 8 sessioni di 2 ore, strutturate in dialogo con le fasi del Design Thinking identificate dalla Hasso Platner di Standford (Empathize, Define, Ideate, Prototype, Test), si svolge in diretta audio-video online all’interno di un’aula virtuale. Tutto ciò di cui si ha bisogno per partecipare è un PC e una connessione; webcam e microfono non sono obbligatori, ma vivamente consigliati. Ogni sessione prevede la presenza del docente che, con l’ausilio di slide e altri materiali, condividerà informazioni, suggerimenti e buone pratiche; sarà sempre presente anche un facilitatore del team di Ong 2.0.

Durante gli incontri si potrà interagire con il docente e gli altri partecipanti con domande e interventi come in una normale aula. Una community privata del corso online permetterà di continuare la discussione al di fuori delle sessioni in diretta.

Tra una sessione e l’altra i partecipanti saranno invitati a svolgere delle esercitazioni per mettere in pratica ciò che si è imparato.

Nel caso non si potesse essere presenti all’ora stabilita, tutte le sessioni sono registrate e possono essere seguite anche in differita.

Al termine del corso completo, per tutti quelli che svolgeranno il test finale, verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

 

Programma del corso

I sessione - Martedì 3 settembre 2019 - dalle 16.00 alle 18.00

BRIEF*

Raccordo tra aspettative e proposta progettuale

• Presentazione del corso
• Introduzione all’approccio Design Thinking e all’Innovazione Sociale
• Definizione modalità di lavoro e strutturazione degli strumenti condivisi

*Esula dalle fasi “canoniche” del Design Thinking e costituisce un “momento zero” ispirato al documento utilizzato nei progetti di consulenza per chiarire i risultati di progettazione desiderati.

II sessione - Martedì 10 settembre 2019 dalle 16.00 alle 18.00

EMPATHIZE

Indagare le persone per cui e con cui stai progettando e la sfida a cui rispondere

• Nuovi modelli organizzativi e progettazione in rete
• Identificazione del contesto progettuale, definizione della squadra di lavoro e mappatura degli stakeholder
• Sessione pratica: presentazione degli strumenti e sperimentazione

III sessione - Martedì 17 settembre 2019 dalle 16.00 alle 18.00

EXPLORE

Analisi e sintesi di quanto emerso in fase Empathize per orientare la co-progettazione in Define

• Strutturare gli strumenti per il lavoro condiviso: flussi di lavoro, touchpoint e strumenti
• Utilizzo di strumenti visuali per condividere gli insight e facilitare il lavoro
• Sessione pratica: presentazione degli strumenti e sperimentazione

IV sessione - Martedì 24 settembre 2019 dalle 16.00 alle 18.00

DEFINE

Generare nuove soluzioni

  • Progettazione collaborativa
  • Come strutturare un workshop
  • Sessione pratica: presentazione degli strumenti e sperimentazione

V sessione - Martedì 1 ottobre 2019 dalle 16.00 alle 18.00

DESIGN

Costruire insieme il progetto

  • Le diverse fasi dell’innovazione sociale
  • Come passare dall’idea al progetto (online e offline)
  • Sessione pratica: presentazione degli strumenti e sperimentazione

VI sessione - Martedì 8 ottobre 2019 dalle 16.00 alle 18.00

PROTOTYPE

Testare con gli utenti per perfezionare la proposta progettuale

  • Prototipazione veloce e raccolta dei feedback
  • Da power-point al pop-up: cosa testare, come e per quale motivo
  • Sessione pratica: presentazione degli strumenti e sperimentazione

VII sessione - Martedì 15 ottobre 2019 dalle 16.00 alle 18.00

DELIVER

Passare dal progetto al prodotto/servizio

  • Dare solidità alla propria sperimentazione al di là della durata del progetto
  • Nuovi modelli di business e sostenibilità economica
  • Sessione pratica: presentazione degli strumenti e sperimentazione

VIII sessione - Martedì 22 ottobre 2019 dalle 16.00 alle 18.00

LEARN*

Imparare dalle proprie esperienze

  • Capitalizzare l’esito del proprio lavoro per il team e gli stakeholder coinvolti
  • Confronto sul percorso condiviso insieme attraverso il corso

 

*Questa fase esula da quelle previste dalla Hasso Platner, rifacendosi all’importanza per aziende e stakeholder di capitalizzare le conoscenze acquisite.

 

SEGNALIAMO CHE LE CANDIDATURE SONO CHIUSE

SCOPRI IL PERCORSO COMPLETO Clicca qui